La pianta del giuggiolo è un albero da frutto antico coltivato da 4000 anni per le sue aromatiche e saporite bacche. Come coltivare le Giuggiole? Scopri di più su questa pianta particolarissima.

Pianta di Giuggiole

Albero di giuggiulo immagineLa pianta del giuggiolo una volta era diffusa in Italia ma oggi si è fatta rara nella nostra penisola e viene piantata solo nei giardini e negli orti degli appassionati che amano le sue bacche dalla maturazione tardiva.

Infatti la pianta del giuggiolo è uno degli ultimi alberi da frutto a maturare nel frutteto e le sue bacche, private del grosso nocciolo interno e seccate, si conservano per parecchi mesiAppartiene a quei frutti antichi che hanno sfamato l’umanità prima ancora che iniziasse a coltivarli.

Alcuni studiosi ritengono che la culla di questa pianta da frutto sia la Siria nell’Asia minore e da qui abbia raggiunto in tempi remoti la Cina e L’India dove ancor oggi è diffusamente coltivata. Altri collocano le sue origini nell’Africa settentrionale dove è conosciuta e coltivata dal tempo degli EgiziLa pianta del giuggiolo è stata portata in Italia dagli antichi romani che producevano con le sue bacche fatte fermentare un vino dolce e aromatico.

Piantare il Giuggiolo

Oggi l’areale del giuggiolo è molto vasto ma per portare a maturazione in modo ottimale le sue bacche questa pianta da frutto vuole estati lunghe e calde, quindi è diffusa maggiormente nelle zone calde anche perché non teme la siccità.

Il giuggiolo appartiene alla famiglia delle Rhamnacee mentre il suo nome botanico è Ziziphus sativa, popolarmente chiamato giuggiolo o dattero cinese per la somiglianza con i datteri dei frutti allungati di alcune sue varietà.

Per quanto riguarda le varietà di questa rara pianta da frutto queste si dividono principalmente in due tipi a seconda della forma del loro frutto e della loro pezzaturaAbbiamo quindi varietà a frutto lungo e varietà a frutto corto mentre per quanto riguarda la pezzatura abbiamo le cultivar di giuggiolo comune con bacche di piccola pezzatura mentre alcune varietà di origine asiatica vengono dette giuggiolo mela e portano bacche molto più grandi.

Coltivare Giuggiole

La pianta del giuggiolo può essere coltivata in vaso solo per un periodo limitato di tempo, cioè quando è giovane, in quanto il suo profondo ed esteso apparato radicale non la predispongono per essere coltivata in contenitore. Tuttavia c’è da considerare che è di crescita lenta quindi messa in un vaso profondo almeno 40 cm e di diametro adeguato potrà rimanere per parecchi anni in contenitore.

La sua caratteristica principale è la fruttificazione abbondante  e il colore delle sue bacche, di un bruno più o meno scuro a seconda della loro maggiore o minore maturazione, che spicca nel verde lucido del fogliame. La pianta del giuggiolo è di altezza e volume contenuti e per questi motivi sta bene anche in spazi ridotti.

Possiede spine lunghe e pungenti che la rendono poco adatta in ambienti frequentati da bimbi o da animali domestici. Questa pianta da frutto con la sua chioma leggera e i suoi rami naturalmente penduli  è una bella pianta non solo da frutto ma anche ornamentale che abbellirà il tuo spazio verde con il suo minuto e lucente fogliame, con il suo inebriante e dolce profumo e con la sua fruttificazione appariscente.

Scopri come funziona la potatura degli alberi da frutto grazie al portale potature.it

Chiudi il menu